Cascina Maggiore: umido e verde diventano biometano e compost

Umido e verde diventano biometano e compost

nel  nuovo centro integrato di Recupero della FORSU, Bioessiccazione e Compostaggio a Cascina Maggiore

Il progetto

Fuori c’è un bosco, dentro un impianto integrato (digestione anaerobica e compostaggio) per il trattamento ed il recupero di verde e umido (frazione organica) provenienti dalla raccolta differenziata domestica.
E la compensazione ambientale è solo uno dei plus del progetto che sorgerà all’interno del Centro Integrato di Cascina Maggiore, nei comuni di Giussago (PV) e di Lacchiarella (MI), e che prevede la realizzazione di un nuovo impianto per la produzione di biometano, e di compost di qualità per gli usi agricoli/florovivaistici. Il tutto su una superficie totale di circa 32,3 mila metri quadrati.

 


Ma sono anche altre le novità previste: la riconversione dell’attuale impianto di compostaggio in un edificio per lo stoccaggio del compost finito; la ristrutturazione dell’impianto di bioessiccazione e dell’annessa sezione di raffinazione, per la produzione di Combustibile Solido Secondario (CSS).

Il risultato dell’operazione porterà a notevoli benefici per l’ambiente. Oltre al bosco, che sorgerà come compensazione ambientale a nord del nuovo impianto, ci sarà una notevole riduzione dei rifiuti complessivamente trattati dal Centro Integrato dovuta alla riduzione delle capacità degli impianti di bioessiccazione esistenti, dell’impianto di inertizzazione e della piattaforma di stoccaggio e ricondizionamento.

Cascina Maggiore

La produzione di biometano

Fiore all’occhiello del progetto sarà la depurazione e la trasformazione in biometano del biogas prodotto dalla digestione anaerobica di umido e verde.

Sarà un metano derivante da sostanza organica degli scarti alimentari, in sostituzione del metano estratto dai giacimenti terrestri di metano di origine fossile

Grazie al nuovo impianto saranno prodotti circa 8 milioni di m3/anno di biometano, poi immessi nella rete a ridosso del Centro per essere utilizzati per alimentare gli autoveicoliIl biometano, infatti, costituisce una fonte energetica rinnovabile, utilizzabile al posto dei combustibili e dei carburanti di origine fossile nei mezzi di trasporto.

L'utilizzo del biometano (fonte rinnovabile) prodotto da A2A Ambiente come biocarburante sarà in grado di rifornire una flotta di circa 270 autobus a metano, contribuendo in modo sostanziale a ridurre le emissioni di CO2 (gas serra responsabile del global warming) di origine fossile.

Se, infatti, la combustione di 1 m3 di biometano consente di evitare emissioni di circa 1,97 kg di CO2 di origine fossile, i conti sono presto fatti: l’immissione in rete di 8 milioni di m3/anno di biometano (per il successivo utilizzo nei trasporti) consentirà di evitare l’emissione di circa 15.700 t/anno di CO2 di origine fossile.

 

 

Un anno in numeri

 

Risultati attesi e benefici

•    Ristrutturazione e miglioramento dell’impianto di bioessiccazione e raffinazione esistenti 
•    Recupero di Biometano con conseguente minore estrazione di metano di origine fossile
•    Riduzione delle emissioni di CO2
•    Riduzione del traffico complessivo del Centro integrato, in quanto diminuiscono i rifiuti in ingresso, ottenendo quindi  una riduzione stimata dei trasporti in ingresso/uscita di circa il 44%


La realizzazione del progetto del nuovo Centro integrato di recupero e trattamento della FORSU di Cascina Maggiore sarà sottoposto a numerosi monitoraggi ambientali già a partire dalle fasi di cantiere, monitoraggi che poi proseguiranno durante la gestione dei nuovi impianti.


Per saperne di più

Cos’è il COMPOST? È il materiale ammendante e fertilizzante che viene utilizzato in agricoltura biologica o nel settore della florovivaistica in sostituzione dei fertilizzanti di origine chimica.
Cos’è il BIOMETANO? È il gas naturale derivante dal trattamento di raffinazione del biogas proveniente da un processo di Digestione Anaerobica (DA). La digestione anaerobica è la reazione naturale che avviene nell’apparato digerente dei mammiferi. 
Il biometano, essendo gas naturale, è quindi utilizzabile per alimentare veicoli a motore e per i consueti usi domestici del metano (riscaldamento e cucina).